come svolgere il deadlift

4 modi per svolgere il Deadlift

Il deadlift è un esercizio di qualità che attiva i muscoli di tutto il corpo e da una scossa al metabolismo, lo scopo e di sollevare un certo peso dal pavimento, fino alla posizione in cui le ginocchia, fianchi, schiena e braccia siamo dritte per poi abbassare il peso allo stesso modo nella direzione contraria, un esercizio che, indipendentemente dal metodo praticato, attiva i gruppi muscolari della parte bassa della schiena – erector spinae e delle gambe.

Esistono diverse variazioni del Deadlift e che ognuna di esse da una grande libertà di aggiustamenti al corpo del atleta e ai suoi scopi. Usando le diverse variazioni è possibile attivare diversi gruppi muscolari oppure modificare l’esecuzione alle proporzioni del corpo dell’atleta in questione. Vediamo ora insieme quali sono.

Le Variazioni del Deadlift

Deadlift classico

Lavoro muscolare: parte inferiore della schiena – erector spinae e gambe.
É la variazione più comune dell’esercizio. L’atleta posiziona i piedi sotto il bilanciere alla larghezza dei propri fianchi, e poi con la schiena dritta e rigida e grazie alla presa con le braccia vicine alle cosce, solleva il peso fino alla posizione eretta.

Variazioni del Deadlift

Romanian deadlift

Lavoro muscolare: gambe e avambracci – forza della presa

Il peso viene sollevato da terra, oppure da una posizione sollevata e non viene abbassato fino a terra ma fino al altezza in cui è possibile mantenere la tensione e posizione neutrale della parte inferiore della schiena e la tensione delle cosce, nella maggior parte dei casi appena sotto le ginocchia.

Snatch grip

Lavoro muscolare: parte superiore e media della schiena, avambracci – forza della presa, gambe

L’esecuzione è uguale alle regole del deadlift convenzionale con una presa però molto più larga.

Sumo deadlift

Lavoro muscolare: gambe

Il sumo deadlift con una posizione larga permette al atleta una grande concentrazione nell’attivazione dei muscoli delle gambe, viene spesso usato nel powerlifting come possibilità per sollevare un peso maggiore rispetto al deadlift convenzionale se l’atleta ha gambe più forti rispetto alla schiena.

Visita il nostro shop online e scopri i nostri accessori per palestre.

Quali sono gli errori da evitare nello svolgimento del Deadlift? Leggi l’articolo.

Richiedi un Preventivo Personalizzato. Contattaci Subito, rispondiamo in meno di 24 Ore.

Lascia un commento