gomma naturale

Pavimenti per Palestra, scopri i tipi di gomma.

Quali sono i diversi tipi di gomma utilizzati nei prodotti per pavimentazione da palestra e come sono realizzati?

Comprendere il materiale e il processo di produzione è un altro passo nella ricerca e nella comprensione di quale sarà il miglior prodotto da usare come pavimento per la tua palestra o per il tuo box di CrossFit.

Ecco allora una selezione dei diversi tipi di gomma usati per i pavimenti in gomma.

Grazie a questa mini guida riuscirai a capire il perché dei costi cosi differenti e le proprietà diverse in base al tipo di materia prima utilizzata.

Pavimento in gomma riciclata (il più conveniente)

La gomma riciclata proviene da pneumatici post-consumo. Realizzata attraverso il riciclo di pneumatici è la gomma più eco friendly in commercio.

I pneumatici che raggiungono il fine vita, una volta arrivati allo stabilimento di produzione passano attraverso un sorte di grande distruggi documenti che le riduce in piccoli pezzi delle dimensioni di una moneta.

Le fresatrici perfezionano questi piccoli pezzi trasformandoli ulteriormente in piccoli granuli. Il materiale d’acciaio presente viene rimosso attraverso l’uso di un magnete che si trova sulla sommità di un nastro trasportatore.

È necessario però un altro passo nel processo di pulizia, che include la rimozione del materiale fibroso tramite un sistema di aspirazione.

Al termine dei processi di triturazione e pulizia, i granuli di gomma puliti sono pronti per essere miscelati con l’agente legante (uretano).

Mentre la resistenza al taglio, o “resistenza allo strappo”, della gomma riciclata è un po’ inferiore a quella della gomma vulcanizzata o vergine, il materiale riciclato è più ecologico e più economico.

Pavimentazione in gomma vulcanizzata (prezzo medio)

Come la pavimentazione in gomma riciclata, la gomma vulcanizzata è prodotta utilizzando prodotti post-consumo come i classici pneumatici.

Al pari della gomma SBR riciclata durante i vari processi subisce la pulizia di tutti gli agenti quali fibre e metallo e la distruzione in granuli più piccoli.

Una volta raggiunta la dimensione corretta la gomma ottenuta viene mescolata con lattice, zolfo, e altri prodotti.

Tra i prodotti usati in questo determinato caso vi è anche un mitigatore di odori con profumazione neutra che viene miscelato per ridurre significativamente l’odore naturale dello zolfo e di altri ingredienti.

Questa miscela viene quindi cotta ad alto calore tra i 300-500 gradi a una pressione estrema compresa tra 500 e 1.000 PSI a seconda dello spessore del materiale prodotto.

Il materiale appena vulcanizzato viene quindi lasciato raffreddare in modo che possa contrarsi completamente prima di essere tagliato con un getto d’acqua in tappetini e piastrelle.

Uno dei migliori attributi del processo di vulcanizzazione è la forza ad i vari agenti distruttivi che viene creata.

La gomma vulcanizzata ha una resistenza alla trazione compresa tra 800-1.000 PSI. Questa è la quantità di forza necessaria per separare il materiale. E poiché la vulcanizzazione rende il materiale totalmente non poroso, non è necessario alcun sigillante.

Pavimentazione in gomma vergine (più costoso)

La gomma vergine non utilizza alcuna forma di gomma riciclata da pneumatici o altre fonti. La sua formula è composta principalmente da gomma vergine, polimero di gomma sintetica EPDM e SBR e circa il 5% di gomma grezza.

Parte della gomma vergine include un additivo ignifugo per renderlo adatto ad installazioni come ospedali ed altri luoghi pubblici che possono avere rigide linee guida e restrizioni sui materiali da costruzione utilizzati.

Durante il processo di lavorazione questa formula di gomma viene immessa in un miscelatore per dieci minuti di miscelazione costante.

gomma naturale

Questa miscela, viene poi trasportata in una pressa che viene riscaldata dal vapore a 350 gradi. Questa macchina da stampa esercita 2.000 PSI ed insieme al calore elevato completa il processo di vulcanizzazione o cottura in circa dieci minuti.

Come con qualsiasi stampo, c’è sempre materiale in eccesso attorno ai bordi. Quindi, una volta che le piastrelle da pavimento in gomma vergine escono dalla pressa vengono ritagliate pulite e quindi posizionate su una griglia di raffreddamento. Uno dei maggiori punti di forza della gomma vergine è l’estetica.

Le piastrelle cosi realizzate sono disponibili in moltissimi colori cangianti realizzati grazie ad una miscela di pigmenti di gomma naturale e ossidi di ferro che è presente su tutta la piastrella e non solo sulla superficie.

La gomma vergine è un altro materiale molto resistente che dimostra una resistenza alla trazione non inferiore a 890 PSI e un test di recupero della compressione non inferiore al 90%.

Altre informazioni sulla gomma? Contattaci.

Se sei alla ricerca di ulteriori informazioni in merito alle tipologie di gomma oppure vuoi sapere qual’è la gomma migliore per la tua palestra entra comodamente in contatto con noi. Un nostro esperto consulente sarà in grado di darti tutte le risposte che stai cercando.

Scopri tutti i tipi di pavimentazione per palestra che commercializziamo e richiedi un preventivo gratuito senza alcun tipo di impegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *